Il vero dj di tendenza


IL VERO DJ DI TENDENZA

Autore: Masterbubi dj © masterbubi 2003 all rights reserved

Editore: Raffaellieditore Rimini

Anno: 2004

ISBN: 88-87518-81-5

INTRO

Il fenomeno del dj nasce agli inizi degli anni 80. Erano gli anni in cui la discomusic lasciava il passo alla house, i tempi in cui il dj si trasformava da semplice jockey a protagonista assoluto delle dancefloor mondiali. Gli anni in cui gli happening dedicati alla dance iniziavano a diventare “posti” dove esserci significava essere kool, gli anni in cui star del calibro di U2, Madonna, Diana Ross iniziavano ad affidare le proprie produzioni discografiche a top dj come Jelly Bean Benitez, Artur Baker, Howie B e Dave Morales. Solo nel nostro paese, nel 2003 sono stati venduti 100.000 articoli dedicati a questa professione. Osannati dalle folle, ricercati da sponsor e pubblicitari, certi del ruolo di opinion leader che oggi esercitano sul pubblico, oggi, con le proprie scelte, i dj influenzano i gusti musicali di diverse generazioni, le scelte artistiche di molte pop stars, il costume e lo stile di vita della società moderna. I dj fanno ormai parte della quotidianità. Con il suo dire, il suo fare e i suoi modi, qui descritti da me come maniacali, il dj ha contribuito a far si che tutto questo sistema si animi tutti i giorni di gente mossa ed accomunata da una grande passione: la musica e il divertimento!!! I dj vengono studiati negli atenei e siedono nelle cattedre degli stessi per parlare di comunicazione.

INIZIO

Questo piccolo scritto è stato creato per 2 semplici motivi: 1- aiutarvi a riconoscere con più facilità un vero dj di tendenza (prevenire è meglio che curare) 2- aiutarvi a diventare un vero dj di tendenza (perchè nella vita non si sa mai). Il vero dj di tendenza è un disc jockey particolare, non mette i dischi, li suona, ma non suona dischi, suona lacche, bootleg, acetati e white label in genere. Il vero dj di tendenza non lavora in sala grande, ma suona nel privè. Il privè è solitamente l’ambiente più piccolo di una discoteca (sennò che privè sarebbe), un’area riservata dove una ristretta cerchia di persone fa tendenza in un ambiente di tendenza, controllata da security di tendenza con musica di tendenza suonata dal vero dj di tendenza. Nelle pagine che seguono ho cercato di tracciare un profilo del vero dj di tendenza, allo scopo che anche voi possiate riconoscerlo, mentre fa colazione, passeggia, beve l’aperitivo, pranza o cena. E’ molto importante riconoscere il vero dj di tendenza, perchè quando avete voglia di farvi una chiacchieratina culturale lui è li, partner ideale ed insostituibile per conversazioni a base di: telefonini fighi, piattini vegetariani fighi, camice fighe, mutande fighe, bevande fighe, macchine fighe, moto fighe, diete fighe e fighe in genere.

MATTINA

Il vero dj di tendenza non conosce la mattina perchè si alza dal letto solo e sempre dopo le 2 di pomeriggio ed anche se per sua sfiga soffre di insonnia non gli è permesso di scendere dal letto prima delle quattordici. Pur alzandosi alle quattordici il vero dj di tendenza alle 8 di mattina ha già il cellulare acceso, pronto a ricevere telefonate giuste per serate giuste, (il cellulare del vero dj di tendenza riceve solo telefonate di tendenza). In questo momento il telefono di tendenza del vero dj di tendenza è quello con le suonerie polifoniche personalizzabili, con gli mms, con i giochini e con la fotocamera integrata. Ultimamente il vero dj di tendenza ha aderito al servizio di 3 che grazie ad un enorme videofonino di tendenza, con 85 euro al mese gli permette di chiamare, videochiamare, messaggiare e videomessaggiare chi vuole per tuto il giorno. La domanda a questo punto nasce spontanea: ma come fa a dormire il vero dj di tendenza se deve rispondere al cellulare? Semplice, il vero dj di tendenza non dorme mai, lui riposa.

COME TELEFONARE AD UN VERO DJ DI TENDENZA

Comporre il numero di telefono del cellulare di un vero d di tendenza, dopo due squilli si attiverà automaticamente il servizio di trasferimento di chiamata che vi dirotterà al numero di telefono di casa del vero dj di tendenza, posto a fianco del cellulare del vero dj di tendenza. A questo punto il telefono di tendenza della casa di tendenza del vero dj di tendenza, farà altri 2 squilli prima di far scattare la segreteria telefonica di tendenza del telefono di tendenza della casa di tendenza del vero dj di tendenza; il cui messaggio, rigorosamente accompagnato da una base house vi comunicherà che per comunicazioni urgenti dovete chiamare il numero di cellulare di tendenza del vero dj di tendenza, che avete già chiamato e che vi aveva già trasferito alla segreteria telefonica di tendenza che vi invitava a chiamare il cellulare di tendenza del vero dj di tendenza.  Se siete invece fortunati, dopo i primi 2 squilli del telefono di tendenza della casa di tendenza del vero dj di tendenza, vi risponderà una voce che vi sibilerà un siiiiiiiiiii (con tremila i) seguito subito dopo dalla classica frase: “scusa ma sono appena rientrato da suonare”, quindi la vostra domanda sorgerà spontanea: “perdonami ho disturbato?, Stavi dormendo?” E il vero dj di tendenza risponderà con la tipica risposta: “nooooo (con tremila o), scherzi? dimmi pure!”.

IL VERO DJ DI TENDENZA SI ALZA

Alle 14 in punto il vero dj di tendenza si alza e dopo essersi un pò trastullato presta particolari attenzioni ai propri capelli. Nel caso in cui ne sia sprovvisto (anche parzialmente), il vero dj di tendenza usa ricoprire il proprio capo di tendenza con copricapi di tendenza. Esistono due tipi di copricapo di tendenza: il classico cappellino da baseball e la cuffia, solitamente utilizzata dal vero dj di tendenza più under (ground). Entrambi i copricapi vengono utilizzati in tutte le stagioni e a tal proposito è giusto ricordare che il vero dj di tendenza non suda mai. Ma come veste il vero dj di tendenza?  Il vero dj di tendenza non si veste, lui indossa un abbigliamento di tendenza che sceglie con scrupolo per crearsi un look di tendenza. Come già evidenziato in precedenza, ci sono due tipi di veri dj di tendenza: uno più figo e l’altro più under (ground).

L’ABITO DEL VERO DJ DI TENDENZA PIU’ FIGO

Il vero dj di tendenza figo veste esclusivamente capi firmati. Attualmente i capi più fighi vanno ricercati tra le collezioni di Richmond, Dolce & Gabbana, Dries Van Noten, Costume National, Comme De Garcons, Margela, Gucci, YSL, Dior, D-Squared, Prada, Helmut Lang e tra le espressioni artistiche di Yamamoto e Tom Ford.  Accessorio moda fondamentale per un vero dj di tendenza figo è la borsa di Louis Vuitton. L’orologio di tendenza tra i vari dj di tendenza è l’ Audemar’s Piguet Royal Oak con piccole eccezioni per la versione Offshore. Un altro accessorio moda identificativo del vero dj di tendenza sono le scarpe; tra queste le più esclusive sono le running customizzate da Oki/ni a Londra. Vogliamo poi parlare degli occhiali del vero dj di tendenza? E che ve lo dico a fare, anche gli occhiali del vero dj di tendenza figo devono essere firmati da una firma di tendenza ogni anno, ogni mese, ogni settimana diversa. L’occhiale deve essere indossato dalla sveglia fino ad un paio di ore dopo il calar del sole.

L’ABITO DEL VERO DJ DI TENDENZA PIU’ UNDER (GROUND)

Il vero dj di tendenza più under (ground) indossa sempre la berretta di lana, sia che ci siano 20 gradi sotto zero che 40 sopra lo zero; a tal proposito, come detto, è importante ricordare che il vero dj di tendenza non suda mai. Per quanto riguarda l’abito del vero dj di tendenza più under (ground), a differenza del collega figo, lui si “accontenta” del Levi’s engineer e di una t-shirt bianca o nera rigorosamente “no brand”. A volte i dj di tendenza più under (ground) indossano t-shirt che riportano il logo delle label discografiche più in e dei club più esclusivi. Per quanto riguarda alcune etichette discografiche, le straniere sono quelle più in voga, ma esistono anche etichette discografiche italiane molto fighe però queste cazzo di etichette nascono (e muoiono) come i funghi e per elencarle tutte mi ci vorrebbero degli anni. Per quanto riguarda invece i club più esclusivi, merita una citazione particolare il “Ministry of Sound” di Londra “MoS per gli amici”, dove pare ci sia il più potente sound system del mondo…. . Il vero dj di tendenza under (ground) calza solo scarpe da tennis Nike modello Dunk e Adidas, al momento di andare in stampa segnaliamo anche le Onitsuka e le Bikkembergs. Accessorio moda del vero dj di tendenza più under (ground) è la medaglietta evento: si tratta di una piastrina di alluminio come quella che danno ai Marines prima di partire per qualche missione di guerra, solo che questa invece di contenere i dati personali di chi la indossa, da una parte reca il marchio di uno sponsor e dall’altra la data, la località ed il nome dell’evento. La medaglietta evento va portata per i 2 anni successivi dal termine dell’evento. Perchè? Non lo so! Chiedetelo a loro!

ORE 16 IL VERO DJ DI TENDENZA ESCE DI CASA

Terminata la vestizione ed ascoltato se Alberto gli ha passato il disco, (il vero dj di tendenza produce anche dischi di tendenza che spaccano), sono ormai giunte le 16 ed il vero dj di tendenza si appresta ad entrare nella società.

IL MEZZO DEL VERO DJ DI TENDENZA

Prima di uscire di casa il vero dj di tendenza da uno sguardo alle previsioni del tempo al fine di poter meglio scegliere il mezzo di trasporto. Se c’è il sole e non fa tanto freddo usa la moto o lo scooter, se invece piove o fa freddo usa la macchina, Inutile dire che si tratta in ogni caso di mezzi di tendenza. La macchina del vero dj di tendenza cambia a seconda della tendenza del momento e se una vota poteva essere la Volvo SW o la Passat SW, attualmente sono l’ML della Mercedes, l’X5 della Bmw, il Touareg della Wolksvagen fino ad arrivare al Porsche Cayenne, tutte full optional con cambio automatico, tv, dvd, play station e navigatore. Per quanto riguarda le moto, l’intramontabile Harley Davidson viene via via affiancata da altre reginette tra cui la sorella più sportiva Buell, l’inglese Triumph e il Monster Dark della Ducati. Ma il vero dj di tendenza ama comunque la comodità della trazione diretta e in pochi casi riesce a rinunciare al proprio scooterone; attualmente la fanno da padrone, il Tmax della Yamaha e l’Honda Silver Wing. Una volta scelto il mezzo di spostamento il vero dj di tendenza si reca a fare colazione ed anche in questo caso non va in un bar qualunque, ma in un bar di tendenza. I bar di tendenza sono sparsi lungo tutta la penisola allo scopo di facilitare il vero dj di tendenza che si è appena alzato e deve fare una vera colazione di tendenza: Le principali località dove si può fare una vera colazione di tendenza sono: Riccione, Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Milano Marittima. Se per sua sfiga il vero dj di tendenza la sera prima ha suonato a Cagliari, per fare colazione deve prendere l’aereo per recarsi in una delle località sopracitate. Se nel bar dove il vero dj di tendenza sta facendo colazione entra o c’è casualmente un personaggio famoso, il vero dj di tendenza sosterrà di aver fatto colazione con quel personaggio che ha avuto l’unica colpa (o sfiga) di essere entrato (o di essere) in quel bar nello stesso momento in cui stava facendo una colazione di tendenza il vero dj di tendenza. Finita la colazione di tendenza ed essendosi ormai fatte le 5 di pomeriggio, il vero dj di tendenza va ad ascoltare l’americana o l’inglese appena arrivata al negozio di dischi di tendenza. Il vero dj di tendenza acquista i dischi di tendenza da suonare nel privè di tendenza del club di tendenza da Gianni, Franz e Fabietto anche se i più di tendenza hanno il personal pusher che importa direttamente o vanno a Londra tutti i lunedì con la Ryan Air. Il vero dj di tendenza entra nel negozio di dischi di tendenza, non saluta e chiede subito gli “uno per” dell’americana e dell’inglese appena arrivata. Ogni tanto il rivenditore gli allunga un promozionale e lui ha degli svenimenti da orgasmo. Un disco diventa promozionale nel caso in cui faccia talmente cagare che nessuno lo vuole stampare e allora l’unica soluzione per vendere quelli che l’americano o l’inglese ci hanno “spinto” resta il farlo diventare un promozionale, oppure quando si vuole vendere un disco a cifre impossibili. Infatti non è il promozionale che fa la cifra, ma la cifra che trasforma un disco in un promozionale. A tal proposito mi sono sempre chiesto una cosa alla quale non sono mai riuscito a dare una risposta: perchè il vero dj di tendenza acquista dischi dove sulla etichetta è ben evidenziata la scritta “not for sale promotional use”? Ma soprattutto: perchè costano più di un disco normale? Finito l’ascolto e scelti i dischi, il vero dj di tendenza paga (il più delle volte lascia da pagare) ed esce dal negozio, ma proprio in quel mentre gli squilla il cellulare di tendenza così non saluta neanche questa volta.

SERA

Rientrato a casa il vero dj di tendenza (ri) ascolta i dischi appena acquistati e li sistema nella propria Udg pronti per essere suonati la sera stessa. Se pensa di aver acquistato dei dischi che i suoi colleghi stanno cercando da tempo e non sono ancora riusciti a trovare, parte una telefonatina per organizzare una cenetta tra colleghi, in cui il vero dj di tendenza non tarderà a raccontare (e mostrare) di aver acquistato i preziosi vinili.

IL VERO DJ DI TENDENZA VA A CENA

Il vero dj di tendenza va sempre a cena in ristoranti di tendenza, meglio se ristorantini o brasserie o bistrot. Così come per i bar di tendenza, allo scopo di agevolare lo svolgimento della cena di tendenza del vero dj di tendenza, il vero dj di tendenza ha a disposizione vari posti in cui andare a cenare. Ad esempio, se il vero dj di tendenza si trova dalle parti di Riccione si reca a cena al Casale mentre se si trova dalle parti di Milano si reca a cena allo Smeraldino. Appena entrato nel ristorante il vero dj di tendenza comincia a salutare a destra e manca (anche se non conosce nessuno) dispensando sorrisi a tutti i presenti e controllando nel frattempo che nello stesso ristorante stia cenando qualche vip. Se non vede nessun vip il vero dj di tendenza si siede ad un tavolo (possibilmente nel centro della sala) in modo che tutti lo possano vedere e da dove lui a sua volta possa controllare il via vai. Ad esempio se nel ristorante arriva o c’è già un vip, lui racconterà di essere stato a cena con lui, senza specificare che erano seduti a 2 tavoli diversi, molto lontani l’uno dall’altro e magari di spalle l’uno all’altro.

LA CENA DEL VERO DJ DI TENDENZA

Il vero dj di tendenza mangia solo cibi di tendenza. I cibi prediletti dal vero dj di tendenza possono essere un risottino, due spaghettini, tre maccheroncini o quattro pennette tutti rigorosamente conditi con un filino di olio crudo extra vergine di oliva. Di secondo il vero dj di tendenza ordina la fettina di vitello ai ferri o un piattone di roast beef con verdurine alla griglia o insalatina mista che condisce personalmente con olio e limone. Per quanto riguarda il bere il vero dj di tendenza ordina sempre una mezza naturale a temperatura ambiente accompagnata da un quartino di vino bianco possibilmente “rosso vinificato bianco”. A fine cena completa il tutto ordinando sorbetto, amaro per digerire il sorbetto e caffè doppio per digerire l’amaro. Di solito mangia grissini e poco pane, meglio se integrale. Durante la cena al vero dj di tendenza squilla il cellulare dalle 50 alle 100 volte; a tal proposito va ricordato che al vero dj di tendenza il cellulare squilla solo nei locali di tendenza e possibilmente molto affollati. Finito di cenare il vero dj di tendenza aspetta ancora una mezz’oretta al tavolo prima di alzarsi nella speranza che, se non è ancora arrivato o non era presente nel ristorante, arrivi qualche vip che risulterebbe l’argomento di discussione nei 2 mesi a seguire. Persa ogni speranza ed alzatosi da tavola (per la gioia del proprietario del ristorante) si avvicina alla cassa per pagare il conto ed anche qui cerca di guadagnare una decina di minuti per far si che la zona cassa si popoli di altri clienti e per poter finalmente dire: “posso pagare con la carta di credito?” Il vero dj di tendenza ha solo carte di credito di tendenza. Finalmente dopo tutti questi casini strategici il vero dj di tendenza guadagna l’uscita del ristorante e si appresta a raggiungere il locale dove deve suonare.

IL VERO DJ DI TENDENZA SI RECA IN DISCOTECA

Il locale dove suona il vero dj di tendenza fa sempre più tendenza del locale in cui suona un altro vero dj di tendenza. Il vero dj di tendenza non paga mai il parcheggio e vuole inoltre parcheggiare l’auto davanti all’ingresso del locale o nella zona riservata ai vip. Meglio ancora se per parcheggiare gli viene consegnato un pass personale. Il vero dj di tendenza fa la collezione di pass vip.   Una volta sceso dalla macchina il vero dj di tendenza pretende 2 sherpa per le sue Udg perchè fa tendenza varcare l’ingresso del locale con un paio di persone che gli fanno da portantini e che gli aprono la strada in modo che il vero dj di tendenza possa attraversare la folla salutandola con sorrisi e strette di mano brevissime come fa un boxeur quando entra nel palazzetto dietro al suo allenatore che mostra al pubblico la cintura di campione in carica. Il vero dj di tendenza arriva nel locale dove deve suonare sempre con un leggero ritardo, che si accentua a seconda dell’importanza della serata. Arrivare in ritardo fa molta tendenza per il vero dj di tendenza, ma fa incazzare come una bestia il proprietario del locale. Dopo aver attraversato tutto il locale il vero dj di tendenza arriva finalmente nel privè, raggiunge la consolle, sistema le borse, si toglie la giacca e ordina da bere (anche se non ha sete). Pare che faccia molta tendenza ordinare da bere appena arrivato in consolle. E’ bene ricordare che il vero dj di tendenza non va mai al bar, ma ordina al cameriere o meglio ancora chiede a qualcuno di dire al cameriere di portargli da bere e se per caso quella sera c’è lo sciopero dei camerieri il vero dj di tendenza muore di sete. Solitamente il vero dj di tendenza comincia a suonare intorno alle 2 di notte e suona per circa un’oretta un’oretta e mezza durante la quale da libero sfogo a tutti i promozionali acquistati nel pomeriggio.

LA DONNA DEL VERO DJ DI TENDENZA

La donna del vero dj di tendenza o meglio “la mia figa”, come lui ama definirla, non è una donna qualunque ma è una vera donna di tendenza. La donna del vero dj di tendenza è sempre meglio della donna di un altro vero dj di tendenza, conosce sempre più gente di tutti, ha sempre i vestiti più belli, costosi e di tendenza, è sempre la meno grassa, è sempre la più abbronzata, parla sempre bene del suo uomo, gli da sempre ragione anche quando dice delle cazzate pazzesche (quindi spesso) ed ha sempre qualcosa in più rispetto ad un’altra donna di un altro vero dj di tendenza.  La donna del vero dj di tendenza è la sua ombra. In qualsiasi posto si trovi il vero dj di tendenza state sicuri che c’è anche la sua donna di tendenza, anzi, la sua figa di tendenza; lei lo segue in ogni momento ed in ogni situazione e quando il vero dj di tendenza suona, lei sta in un angolo della consolle a controllare la situazione. Lei è quella che ascolta i commenti della gente, che controlla l’orologio per comunicare al vero dj di tendenza che è passata l’oretta, l’oretta e mezza, quella che procaccia le serate per il proprio vero dj di tendenza, quella che pattuisce il prezzo e riscuote i soldi a fine serata. Quando il vero dj di tendenza non ha la propria donna al seguito è perso. La donna del vero dj di tendenza è bella ma feroce. Provate a parlare male del vero dj di tendenza in presenza della sua figa e ve ne accorgerete! In discoteca diventa una superfiga e si atteggia a top model, cammina a 2 metri da terra con la pancia in dentro ed il petto in fuori (ecco perchè sono tutte alte e hanno la sesta di tette), non caga nessuno, spinge la gente e guarda storto lo spinto. La donna del vero dj di tendenza vive in simbiosi con il proprio vero dj di tendenza. E chi mi dice che il famoso proverbio che recita: “Dio li fa poi li accoppia” non sia stato creato proprio per loro?

IL VERO DJ DI TENDENZA PRODUTTORE

Ebbene si, il vero dj di tendenza produce anche dischi. Il vero dj di tendenza produce solo dischi house che hanno un tiro da paura e che spaccano. Ogni disco prodotto da un vero dj di tendenza è sempre migliore del disco prodotto da un altro vero dj di tendenza e vende sempre più copie all’estero (perchè così nessuno potrà mai controllare la veridicità dell’informazione e controbattere). Nella maggior parte dei casi i dischi prodotti dal vero dj di tendenza vengono stampati solo come promozionali; in questo modo, in caso di fiasco totale, lui potrebbe così rinnegare la paternità. Ma la cosa che conta di più per il vero dj di tendenza, è fare il giro di tutti i locali di tendenza d’Italia con le proprie white label sotto il braccio ripetendo all’infinito a chiunque “ho il disco dell’anno!”.

OUTRO

Questo scritto, che a una prima lettura potrebbe apparire dissacratorio, è in realtà il mio tributo ed il mio riconoscimento alla più bella professione del mondo e ai personaggi che la animano. Qualunque riferimento a persone esistenti e a fatti realmente accaduti, è puramente casuale. Nessuno me ne voglia e nessuno si senta parte in causa. Leggetelo con la stesso spirito che mi ha spinto a scriverlo, con il mio stesso amore per tutte queste persone e per questa professione.

Vi voglio bene, e alla prossima!

MASTERBUBI DJ a.k.a. BUBI

Benvenuti

Benvenuti nel mio nuovo sito web. Finalmente ho trovato un po’ di tempo per aggiornarlo e renderlo più funzionale. In questa sezione ogni tanto scriverò qualche articolo che riguarda il mio lavoro, le mie ultime produzioni discografiche oppure qualcosa del mio passato. Intanto comincio col dirvi e ricordarvi (per chi lo sapesse già) che sono ancora disponibili copie del mio ultimo cd ZeroVenticinqueCinquanta uscito su etichetta Irma Records che potete acquistare direttamente sul sito web dedicato ( cliccando qui ). Il cd vi verrà spedito direttamente a casa e senza nessuna spesa di spedizione.

Come seconda cosa vi dico che il giorno 18 gennaio 2017 è nata la mia label (etichetta discografica) BUBI RECORDS. Su questa label usciranno da adesso in avanti tutte le mie produzioni discografiche future, sia in formato digitale che in formato fisico. Sulla mia label uscirà qualsiasi genere di musica, la cosa importante e che piaccia a me. La mia label la userò anche per uscite discografiche di artisti emergenti e/o sconosciuti non necessariamente prodotte da me ma che piacciono a me. Rimanendo in tema di produzioni proprio in questi giorni sto finendo le tracce del mio nuovo lavoro. Sto finendo i mixaggi per poi passare al mastering finale e alla pubblicazione. Ho anche cominciato la costruzione del sito web della BUBI RECORDS ( vai al sito ) che presto sarà on-line e funzionante dove si potranno ascoltare tutte le tracce prodotte e dove ci saranno le informazioni su dove e come acquistarle e le anticipazioni sulle nuove uscite. Per ora vi lascio con il logo, yo!